CYBER SECURITY IN DIFESA DEI MINORENNI

by Vittoria Investigazioni
0 comment

Per i bambini internet è una potenziale miniera di informazioni ed una enciclopedia libera ed illimitata quando viene utilizzato in maniera costruttiva; nella peggiore delle ipotesi costituisce un fattore di rischio, oppure, nella migliore delle ipotesi, diventa uno strumento altamente diseducativo ed inappropriato, quando viene utilizzato per videogames e social senza la guida e la supervisione di genitori ed educatori.

Esistono numerosi software che informano i genitori se un bambino tenta di accedere ad un’area riservata di internet, a file e cartelle non autorizzate; possono impostare un tempo massimo di navigazione web, i giorni e le ore di navigazione concessi, precludere determinati siti e l’utilizzo di apps.

Tuttavia i pericoli sono numerosi:

Adescamento online: molti adulti utilizzano la rete, le chat room, i social network, i siti di giochi online per agganciare minorenni allo scopo di farsi mandare immagini erotiche e sessuali per pedopornografia e prostituzione minorile, spesso fingendosi coetanei innamorati delle loro vittime.

Diffusione e detenzione di materiale illegale: i ragazzi vengono continuamente aggiunti in gruppi di messaggistica istantanea da altri coetanei, conoscenti e amici, senza prestare le dovute attenzioni alla natura di questi gruppi e alle foto e filmati che ci si scambia

Challenge online: è un fenomeno molto diffuso tra i ragazzi che consiste nel filmarsi mentre si fanno azioni che in quel momento sono trend topic su socialnetwork e circuiti da loro frequentati. Nelle maggioranza dei casi si tratta di azioni poco pericolose ma occorre sensibilizzare i ragazzi sul fatto che alcune sfide possono comunque rappresentare un pericolo se intraprese con l’obiettivo di aumentare la propria popolarità, senza valutare i rischi reali.

Cyberbullismo da parte di amici e compagni: i ragazzi spesso vittima di azioni di bullismo informatico, ma diventano anche carnefici inconsapevoli perché si ritrovano ad essere bulli senza l’intenzione di fare del male.

Visione di contenuti e siti web inappropriati o per adulti;

Pubblicazione di informazioni private (foto e video proprie o dei famigliari che possono divenire oggetto di scambio di pedofili);

Truffe online

Phishing

Download di malware

Per informazioni più dettagliate si consiglia la lettura di questo link

In questi casi è necessario contattare subito le forze dell’ordine.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni è una specialità della Polizia di Stato destinata all’azione di prevenzione e contrasto alla criminalità informatica e a garanzia dei valori costituzionali della segretezza della corrispondenza e della libertà di ogni forma di comunicazione (sancita dall’art 15 della Costituzione Italiana).

La Polizia Postale e delle Comunicazioni, è presente su tutto il territorio nazionale attraverso i suoi 20 Compartimenti regionali, coordinati a livello centrale dal Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, presso cui è stato istituito (con la Legge 38 del 06/02/2006) il Centro Nazionale per il Contrasto della Pedopornografia sulla rete Internet il quale si occupa di prevenzione e contrasto dei reati informatici contro i minori.

Per una rapida segnalazione e denuncia, la Polizia di Stato ha istituito il sito internet COMMISSARIATO DI P.S. ONLINE, SPORTELLO PER LA SICUREZZA DEGLI UTENTI WEB, al seguente link https://www.commissariatodips.it/ dal quale abbiamo preso le informazioni per la stesura di questo articolo.

Il Commissariato On Line è un servizio telematico che invita ad entrare in contatto con la Polizia di Stato se l’utente si è trovato in presenza di un reato informatico. Le opzioni offerte sono:

Segnalazione online

Denuncia per reati informatici

Richiesta di informazioni agli operatori

In riferimento al servizio “Denuncia per Reati Telematici” si specifica che ogni denuncia compilata on line viene recapitata, telematicamente, all’Ufficio della Polizia Postale e delle Comunicazioni prescelto dall’utente, ove poi si recherà per la sola formalizzazione. Infatti, una rete dedicata connette gli Uffici presenti sul territorio con la sede centrale del Commissariato Online.

Per ogni informazione si rimanda al link web segnalato da sono state tratte le informazioni per la stesura di questo articolo.

Un commissariato di P.S. online al passo con i tempi dei social network e che permetta di avere delle risposte immediate, in tempo reale, per evitare di cadere nelle tante trappole presenti online.

Il sito web www.commissariatodips.it (assistito dalla pagina Facebook del Commissariato online) è inserito all’interno del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, e viene gestito da investigatori, tecnici ed esperti che garantiscono un servizio attivo in materie giuridiche e sociali e semplifica l’interazione del cittadino con la Polizia senza la necessità di uscire di casa per recarsi al commissariato.

Per poter accedere a tali servizi non è necessario iscriversi al portale, ma deve essere solamente autentificato il link inviato in automatico dal sistema sulla casella di posta elettronica indicata.

Il Commissariato on-line si avvale del personale della Polizia Postale dislocato su tutto il territorio nazionale attraverso 20 Compartimenti e Sezioni della Specialità, in ciascuno dei quali è istituito un punto di contatto.

Particolare attenzione è stata posta nella gestione del servizio “Richiedi informazioni” e “Segnala Online” dove gli operatori sono chiamati a svolgere un’attenta analisi delle richieste inoltrate dagli utenti per la risoluzione delle loro problematiche. 

You may also like